BRINDISI – TARANTO | ESTORSIONE, RAPINA E DROGA: GIRO DI VITE TRA JONIO E ADRIATICO

Tentata estorsione, una rapina con promesse hot, un arresto per spaccio e un sequestro di prodotti contraffatti. Sono gli esiti di diverse operazioni delle forze dell’ordine tra le province di Brindisi e Taranto. A Ostuni, i poliziotti hanno arrestato il 34 Francesco Cirasino e il 24enne Carlo Poliginino perché accusati di aver cercato di estorcere del denaro, nello specifico 8mila euro, ai danni di un imprenditore turistico del posto.

A Fasano, i carabinieri hanno denunciato due giovani donne rumene residenti nel napoletano perché accusate di aver rapinato un anziano del posto dopo aver promesso prestazioni sessuali. In realtà, l’uomo non solo era rimasto all’asciutto, ma era anche stato narcotizzato e derubato di 250 euro dalle due spacciatrici di emozione, identificate e denunciate.  Sempre a Fasano, i militari hanno anche arrestato il 40enne Carlo Ancona che, nonostante il regime di domiciliari cui era sottosposto, sfiancato dal caldo, aveva deciso di concedersi una passeggiante, per poi essere riconosciuto dai carabinieri ed essere nuovamente arrestato.

A Castellaneta Marina, sempre i carabinieri , hanno arrestato un 31enne da albanese, trovato in possesso di 30 grammi di hashish, una pianta di marijuana e del denaro. Tutto finito sotto sequestro.

Infine, a Taranto, i militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato ad un negozio gestito da due commercianti cinesi 36mila prodotti tra giocattoli, casalinghi, dispositivi elettronici tutti privi di certificazioni. I due comemrcianti sono stati denunciati a piede libero.

I commenti sono chiusi