CASTELLANETA | Aggrediscono ambulante venditore di granite, arrestati in due

I militari della Stazione temporanea di Castellaneta Marina e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Castellaneta, a far data dall’avvio della stagione estiva, hanno attivato una serie di controlli mirati, tra l’altro, a prevenire reati in materia di commercio abusivo sulla fascia costiera.
In tale contesto, sono stati tratti in arresto, in flagranza di reato, PISCITELLI Clemente e PASSARIELLO Antonio, rispettivamente di 34 e 26 anni, entrambi residenti in provincia di Caserta, ed è stato denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico, un 44enne, loro concittadino, tutti venditori ambulanti abusivi di granite sulle spiagge, in quanto ritenuti responsabili di tentata estorsione in concorso, lesioni personali e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.
I tre, dopo aver minacciato un 33enne ed un 23enne della provincia di Napoli, al fine di farli desistere dall’esercizio della medesima attività itinerante cui erano invece regolarmente autorizzati, aggredivano il 33enne mentre si accingeva, con il suo carrellino di “grattachecca”, a raggiungere la spiaggia, procurandogli lesioni al volto guaribili in pochi giorni.
Dopo essere stati individuati e fermati, all’esito delle perquisizioni personali, i tre casertani venivano inoltre sorpresi in possesso di 29 grammi complessivi di sostanza stupefacente del tipo hashish e materiale per il confezionamento delle dosi, tutto sottoposto a sequestro.
Lo stupefacente verrà inviato al L.A.S.S. del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto per le analisi.
Gli arrestati, dopo la rituale convalida, così come disposto dal Giudice del Tribunale del capoluogo jonico, venivano rimessi in libertà.

I commenti sono chiusi