FRANCAVILLA FONTANA | Atto intimidatorio al consigliere Cavallo

Due cartucce di colore bianco, ma anche una lettera scritta a penna, in stampatello minuscolo, su un anonimo foglio A4, contenete delle minacce ben specifiche, indirizzate a lui e ai suoi cari. È questo il contenuto della busta di colore arancione accartocciata rinvenuta, in mattinata, dal capogruppo di Area Popolare in consiglio comunale di Francavilla Fontana e consigliere della Provincia di Brindisi Giuseppe Cavallo. Il plico era appoggiato sulla sua auto, un Suv Mercedes parcheggiato all’interno del box del garage sotterraneo di via San Francesco, a ridosso dell’abitazione dove il consigliere e imprenditore vive.
Cavallo ha subito allertato i carabinieri della locale compagnia, sul posto per i rilievi del caso. Con gli investigatori, al comando del capitano Nicola Maggio, c’è stato anche un lungo colloquio, finalizzato a comprendere chi possa aver lasciato quelle minacce e perché. L’imprenditore, comunque, preferisce non lasciare dichiarazioni. La busta e il suo inquietante contenuto è stata posta sotto sequestro per le analisi del caso. Acquisite, anche, le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate in zona, che avrebbero immortalato le gesta del misterioso uomo. Nota a margine: oltre al gesto, il colpevole ha anche manomesso i comandi del cancello elettronico che consente l’accesso al box. Un altro reato, non il più grave, da aggiungere alla lista.

I commenti sono chiusi