GALLIPOLI | Al concerto di Soler spacciando MDMA

Sorpresi dalla Polizia a spacciare mdma presso Parco Gondar due turisti napoletani sono finiti nei guai con la giustizia. Un turista milanese è stato invece beccato nei pressi del cimitero di Gallipoli con hashish e marijuana. L’intensificazione, a cavallo di ferragosto, dei controlli a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha consentito di procedere all’ennesimo arresto per spaccio di questa estate gallipolina. La novità è che per la prima volta, a finire in manette, è stato un pusher italiano. Si tratta di Carmine Crocetto, 28enne di Napoli. L’arresto è scattato la notte della vigilia di ferragosto. Sono stati alcuni avventori a notare il giovane napoletano in atteggiamenti sospettie a segnalare il fatto alla Polizia. Giunti sul posto gli agenti di una Volante del Commissariato di Gallipoli hanno sottoposto a perquisizione Crocetto, rinvenendo nelle tasche dei pantaloni la sostanza stupefacente. Sotto sequestro sono finiti 30 involucri in carta da forno, contenente un totale di circa 9 grammi di MDMA. Il 28enne napoletano aveva addosso anche 25 euro. D’intesa con il magistrato di turno Carmine Crocetto è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e condotto nel carcere di Lecce.

Se l’è cavata invece con una denuncia a piede libero, un secondo turista napoletano, di 25 anni. E’ stato sottoposto a perquisizione ieri sera, durante il concerto di Alvaro Soler e Sean Paul, e trovato in possesso di oltre 2 grammi, anche in questo caso, di MDMA e della somma contante di 910 euro in banconote di vario taglio. Condotto in Commissariato è stato denunciato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Stessa sorte, la sera precedente, era toccata ad un giovanissimo turista milanese, notato nella zona del cimitero di Gallipoli. Il ragazzo, appena 20enne, alla vista di una volante aveva assunto atteggiamenti tali da far desumere che volesse eludere il controllo. Sottoposto quindi a perquisizione era stato trovato in possesso di due piccoli involucri in cellophane contenente uno circa 2 grammi di marijuana e l’altro circa 5 grammi di hashish. Recuperato lo stupefacente, gli agenti hanno deferito il giovane turista milanese.

I commenti sono chiusi