GALLIPOLI | COLLEZIONA VIOLAZIONI, IN CARCERE PADOVANO

Dopo aver collezionato ben tre evasioni dagli arresti domiciliari nel giro di appena sei giorni per Marcello Padovano, 57enne pluripregiudicato gallipolino, si sono aperte le porte del carcere. Padovano è stato arrestato nella serata di lunedì scorso dai poliziotti del Commissariato di Gallipoli. Stava transitando a bordo della sua autovettura per il centro abitato della città quando è stato notato dagli agenti. Padovano ha abbozzato senza successo un tentativo di fuga. Bloccato è stato fatto scendere dall’auto, identificato e accompagnato negli Uffici del Commissariato. E poiché sul suo capo già pendevano due denunce a piede libero per evasione, con richiesta di aggravamento della misura cautelare in corso, stavolta per il 57enne pluripregiudicato gallipolino non c’è stato scampo. I poliziotti dopo le formalità di rito lo hanno tratto in arresto in flagranza di reato e quindi trasferito nel carcere di Lecce. Già condannato in primo grado e in appello all’ergastolo, in quanto ritenuto uno dei mandanti dell’omicidio di Carmine Greco, un delitto vecchio di 28 anni, Marcello Padovano era finito ai domiciliari nella notte tra il 2 e il 3 febbraio scorso con l’accusa di spaccio. I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Gallipoli, quella notte, nel corso di un controllo, sorpresero Padovano a bordo di una Cadillac, insieme ad altri due soggetti, mentre transitavano nella zona industriale di Alezio. Nell’abitacolo della vettura i carabinieri rinvennero 22 grammi di cocaina. La presenza in auto del materiale per il confezionamento delle dosi e di un bilancino di precisione, oltre a 700 euro in contanti diede forza all’ipotesi che i tre fossero impegnati in un’attività di spaccio. Il cugino del boss Pompeo Rosario Padovano e i suoi due presunti complici in affari di droga finirono così ai domiciliari. Da quel momento in poi però Marcello Padovano si è reso responsabile di una lunga scia di violazioni della misura cautelare. Il 14 febbraio scorso le forze dell’ordine documentarono un’assenza arbitraria da casa per ben 4 ore, qualche giorno dopo fu addirittura trovato in compagnia di un altro soggetto con precedenti penali a carico. Quindi nella serata di lunedì scorso la scorribanda in auto non autorizzata per le strade del centro abitato di Gallipoli. Il terzo episodio nel giro di poco meno di una settimana. E stavolta Marcello Padovano è finito in una cella del carcere di Borgo San Nicola.

Nessun commento ancora

Lascia un commento