fbpx

Il Taranto torna alla vittoria e rifila sette reti al Granata

Ciro Favetta - Foto Mitidieri

Il Taranto torna alla vittoria, dimentica la sconfitta di Francavilla in Sinni e dilaga allo “Iacovone”, contro un Granata retrocesso e che non ha più nulla da chiedere al campionato. Finisce 7-0 per i rossoblù con le reti che vengono realizzate da Favetta e Di Senso (doppietta), Croce, Massimo ed Esposito.

Il tecnico degli ionici Panarelli, come prevedibile, attua un mini-turnover: si rivede tra i pali Pellegrino che torna titolare dopo 25 giornate di campionato; Menna sostituisce Lanzolla al centro della difesa e Bonavolontà prende il posto di Manzo in mediana. Sulla trequarti, invece, Oggiano ritorna sulla corsia destra al posto di Di Senso. Fase di studio e ritmi molto bassi nei primi 20’ di gioco, con i rossoblù che hanno il pallino del gioco ed i campani che provano a creare qualche grattacapo solo con delle ripartenze. Al primo vero e proprio squillo, il Taranto passa in vantaggio. Esposito subisce fallo sulla fascia destra, rimane in piedi ed entra in area, pennellando un cross perfetto per Favetta che, di testa, realizza la rete dell’1-0 al minuto 28. Passano nove minuti ed arriva il raddoppio dei rossoblù: Esposito recupera la sfera sulla destra, passaggio preciso per Favetta che trasforma un rigore in movimento e sigla il 2-0. Dopo un minuto di recupero, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Nell’intervallo, Panarelli opera il primo cambio: Croce subentra al posto di Favetta. Al 47’ il Granata sfiora il gol: Francesco Esposito punta la retroguardia ionica e, con un diagonale, impegna Pellegrino; sulla ribattuta, Menna fa da scudo al tiro di Mattera. Al 54’ il Taranto cala il tris: cross di Pelliccia per Croce che insacca, di testa, alle spalle di Marino. Sette minuti dopo, campani vicini al gol della bandiera: Calemme entra in area di rigore, semina il panico e conclude verso Pellegrino che respinge; sulla ribattuta, il tiro di Arciello viene salvato sulla linea da Di Bari. Il poker viene servito al 69’: l’irresistibile Esposito scarta un avversario sulla destra, crossa sul secondo palo per Di Senso che, di testa, insacca il pallone alle spalle di Marino. Taranto vicino alla manita al 73’: Croce, in semi-sforbiciata, calcia alto un ottimo pallone servito da Di Senso. Il pokerissimo viene realizzato proprio da Sebastian Di Senso: assist dalla sinistra di Croce per l’ex Altamura che deposita in rete. Il risultato diventa tennistico al minuto 82’: Massimo si libera in area e realizza il 6-0. Il direttore di gara decreta 5 minuti di recupero: al 91’ Esposito dialoga con Roberti e scarica in rete una conclusione imparabile. Al 95’, il sig. Crezzini di Siena fischia tre volte: il Taranto surclassa il Granata e continua la rincorsa sul Cerignola, secondo in classifica.

Christian Cesario

Nessun commento ancora

Lascia un commento