LECCE | 88ENNE RAPINATA IN PIENO GIORNO

Una donna in età avanzata e con evidenti difficoltà motorie è stata aggredita e rapinata stamane a Lecce sull’uscio del suo appartamento. E’ accaduto intorno alle 8 in via Codacci Pisanelli, alle spalle della stazione ferroviaria. La vittima, che ha 88 anni, è caduta nel tranello tesole dalla rapinatrice, che è riuscita a strappare i monili che la poveretta portava addosso. Spacciatasi per un’addetta a dei lavori di manutenzione ha suonato al campanello di casa dell’anziana donna, che per muoversi è costretta ad utilizzare un girello. La 88enne ha fatto appena ad aprire la porta, che è stata subito aggredita. La rapinatrice ha immediatamente allungato le mani sul collo della malcapitata, strappandole due collanine in oro, un bracciale e un anello. Le ha quindi chiesto se avesse soldi, ma poi ha preferito dileguarsi con i soli monili, senza introdursi in casa dell’anziana signora. Il valore della refurtiva ammonta ad alcune centinaia di euro. Comprensibilmente sotto choc per la disavventura vissuta, l’anziana vittima della rapina, rimasta fortunatamente illesa, ha poi allertato le forze dell’ordine con l’aiuto dei vicini. Gli agenti della sezione volanti, recatisi nell’abitazione in cui si è consumato l’episodio, hanno poi raccolto la sua denuncia e anche le testimonianze di alcuni operai impegnati in zona per dei lavori. Uno di loro, ha riferito ai poliziotti di aver notato la donna aggirarsi fra le palazzine, per poi fermarsi davanti a quella dove pochi istanti dopo sarebbe avvenuta la rapina. La rapinatrice è stata descritta come una donna di età compresa tra i 45 e i 50 anni, dall’aspetto distinto. Indossava un giubbotto, una gonna lunga e una sciarpa e aveva i capelli scuri e ricci, raccolti in una lunga coda. Pare che non abbia tradito alcuna inflessione dialettale.

Nessun commento ancora

Lascia un commento