LECCE | ASSALTO AL BANCOMAT, DOPO L’ESPLOSIONE I MALVIVENTI FUGGONO A MANI VUOTE

Secondo assalto ad un bancomat nel giro di appena tre giorni. Dopo il colpo da 6mila euro alla Banca Popolare Pugliese di Melissano messo a segno nella notte di martedì scorso, la notte scorsa nel mirino dei banditi è finito lo sportello bancomat della Bnl di Castromediano, situato all’angolo tra via Leuca e via Sanzio. Il bottino in questo caso è ancora in corso di quantificazione, ma si presume ingente trattandosi di un fine settimana. I malviventi sono entrati in azione intorno alle 4,30. Per far saltare lo sportello automatico ed estrarre il cassetto con le banconote hanno fatto ricorso all’ormai consolidata tecnica del gas, probabilmente acetilene, iniettato nelle fessure. L’esplosione, particolarmente violenta, ha provocato anche dei danni collaterali sia all’interno dell’istituto di credito che all’esterno. L’onda d’urto generata dalla deflagrazione ha mandato in frantumi alcune vetrate e provocato il crollo di parte del controsoffitto della filiale della Bnl. Il finestrino di una Toyota Yaris, parcheggiata proprio di fronte alla banca, è invece andato in frantumi. La vettura ha riportato inoltre danni a parte della carrozzeria. Arraffati i soldi i banditi sono poi sono fuggiti a bordo di un’auto di grossa cilindrata. Scattato l’allarme sul posto è giunta dapprima una pattuglia dell’Istituto di Vigilanza Securpol. La guardia giurata, constatato l’accaduto, ha poi allertato la Polizia. Le indagini sono affidate alla Squadra mobile della Questura di Lecce, che ha eseguito tutti i rilievi e gli accertamenti del caso con i colleghi della scientifica. Acquisite anche le immagini delle videocamere di sorveglianza poste all’ingresso principale e all’interno della banca, dalle quali gli investigatori sperano di ricavare elementi utili alle indagini.

I commenti sono chiusi