LECCE | AUTO CONTRO SCOOTER, MUORE 60ENNE

Stava accompagnando in scooter il figlio 17enne in stazione Albino Saracino, il 60enne che ha perso la vita intorno alle 6 di questa mattina in Viale Marche, a Lecce, in un terribile incidente stradale. Il motociclo è stato travolto da una Bmw 320 condotta da un 35enne di nazionalità bulgara, risultato poi ubriaco. La vettura viaggiava sulla corsia opposta e lo scontro frontale con lo scooter, un Piaggio di piccola cilindrata, si è rivelato inevitabile. Il mezzo a due ruote è stato trascinato all’indietro per circa venti metri. Padre e figlio, sbalzati dalla sella, sono finiti rovinosamente sull’asfalto. Un impatto violento, che si è subito rivelato fatale per Albino Saracino, impiegato comunale, originario di Avetrana, ma residente a Lecce. Il figlio Davide, studente del Liceo Musicale di Casarano, è rimasto gravemente ferito. E’ ora ricoverato nel Reparto di Rianimazione del Vito Fazzi in prognosi riservata. Il tragico scontro si è verificato nel tratto iniziale di Viale Marche, nel tratto compreso tra la Questura e l’Istituto di Scuola Superiore Antonietta De Pace. Alla tragedia hanno assistito numerose persone che cominciavano a giungere a Lecce con i mezzi pubblici in vista della giornata di lavoro. E’ toccato agli agenti della Polizia Stradale ricostruire la dinamica dello schianto mortale, che grazie anche alle testimonianze raccolte ha messo in luce le evidenti responsabilità dell’automobilista bulgaro che viaggiava contromano. L’investitore è stato identificato e sottoposto agli accertamenti sanitari. Le analisi del sangue hanno rivelato un tasso alcolemico di 2,40, di ben cinque volte maggiore rispetto a quello consentito dalla legge. L’uomo ha riferito di essere un commerciante di auto, giunto a Lecce dalla Germania. E’ stato tratto in arresto con l’accusa di omicidio stradale. Il provvedimento restrittivo è scattato anche in virtù dell’aggravante della guida in stato di ebbrezza. Il magistrato di turno presso la Procura di Lecce ha inoltre disposto il sequestro dei due mezzi coinvolti nell’incidente mortale e il trasferimento della salma presso la camera mortuaria del Vito Fazzi. La vittima, il 60enne Albino Saracino, come detto stava accompagnando il figlio 17enne presso la stazione ferroviaria di Lecce. Il ragazzo, studente del Liceo Musicale Giannelli di Casarano, avrebbe dovuto prendere il treno delle Ferrovie Sud Est per raggiungere la scuola che frequenta nel comune del Sud Salento. Nello scontro ha riportato delle lesioni soprattutto alle gambe. Si trova ora ricoverato nel Reparto di Rianimazione del Vito Fazzi, ma non sarebbe in pericolo di vita.

I commenti sono chiusi