Lecce | Due rapine nella stessa farmacia, arrestato presunto autore

1 Risposta

  1. Il Moro di Pomezia era un refuso per indicare in realtà il Negro di Ardea. Nel settembre (o fine agosto)1985 questi segnò un gol in Coppa Italia su un cross al bacio di Bruno Conti (di Nettuno, suo vicino di casa), effettuato senza lo scarpino, perso un attimo prima in un contrasto. Era la stagione di Eriksson: segnò poi in campionato al Napoli di Maradona, al Toro e, mi sembra, a Lecce. Fu comunque decisivo nelle fasi finali di Coppitalia, vinta dopo la “delusione Lecce”. Era un discreto bomber e fece una buona carriera altrove. Il nome non lo dico ma molti lo conoscono.

Lascia un commento