LECCE | LIDO BUENAVENTURA, DOPO L’INCENDIO ARRIVA IL SEQUESTRO

Ricostruito ex novo dopo un devastante rogo che lo aveva completamente distrutto il Buenaventura, noto stabilimento balneare del litorale adriatico è ora finito sotto sequestro per abusivismo edilizio. Ad apporre i sigilli sono stati i militari della Guardia Costiera. Il lido situato in località Torre Specchia Ruggeri, tra San Cataldo e San Foca, nel marzo dello scorso anno fu colpito da un incendio devastante. Ed essendo realizzato interamente in legno andò interamente distrutto. In brevissimo tempo, però, la struttura rinacque dalle sue ceneri. E così il lido Buena Ventura, stabilimento balneare di giorno, risto pub, night bar e music club di notte, riaprì i battenti in tempo per la nuova stagione estiva, ad appena due mesi dal rogo. L’operazione di ricostruzione dello stabilimento balneare, secondo quanto accertato dai militari della Guardia Costiera, sarebbe stata però viziata da una serie di abusi edilizi. E alcune strutture sarebbero state realizzate in assenza di qualsiasi permesso e quindi in maniera completamente abusiva. Sulla base di tali verifiche il pubblico ministero Roberta Licci ha chiesto il sequestro dello stabilimento. Richiesta accolta dal gip del Tribunale di Lecce che ha emesso il conseguente provvedimento di sequestro . Nel registro degli indagati figurano i nomi del titolare dello stabilimento balneare nonché del progettista dei lavori eseguiti nella primavera dello scorso anno.

Nessun commento ancora

Lascia un commento