LECCE | MANIFESTANTI NO TAP AI PIEDI DELLA PREFETTURA

Si sono vissuti momenti di tensione stamane davanti alla Prefettura. Una ventina di attivisti del Movimento No Tap hanno dato vita ad un piccolo corteo non autorizzato. Partiti da Piazza Sant’Oronzo hanno percorso sotto la pioggia alcune strade del centro di Lecce issando striscioni con su scritto "No Tap nè qui nè altrove" e "Contro il Tap blocchiamo tutto". Giunti davanti alla Prefettura i manifestanti hanno bloccato il traffico per qualche minuto occupando la sede stradale. A quel punto sono intervenuti i poliziotti e si sono vissuti attimi di tensioni. Usciti dal portone di Palazzo dei Celestini gli agenti, in assetto antisommossa, hanno fatto sgomberare gli attivisti No Tap, spingendoli verso il marciapiede. I manifestanti, che erano giunti in via XXV luglio provenendo da via Trinchese, hanno quindi fatto retromarcia. Seguiti dai poliziotti e dal personale della Digos hanno quindi percorso a piedi la strada a ritroso, rallentando il traffico e costringendo le auto a procedere a passo d’uomo. Anche a causa del maltempo i No Tap si sono poi dispersi. Dalla notte tra domenica e lunedì scorsi, come si ricorderà, l’area del cantiere nella zona di San Basilio è praticamente offi limits in virtù di una ordinanza prefettizia che sancisce il divieto di accesso per un periodo di 30 giorni. Ordinanza che si è resa necessaria per consentire i lavori di ultimazione della fase zero del cronoprogramma di realizzazione del terminale del gasdotto. E per evitare scontri e tafferugli tra attivisti No Tap e forze dell’ordine.

I commenti sono chiusi