Lecce, rapina all’ufficio postale. Sparati colpi di pistola

Hanno superato indenni anche l’incontro ravvicinato con un agente della polizia penitenziaria libero dal servizio i due rapinatori che in piena mattinata, a Lecce, hanno messo a segno un colpo a mano armata ai danni delle Poste di Piazza Napoli, nel rione San Sabino. All’uscita dall’ufficio postale con il malloppo tra le mani i malviventi si sono imbattuti nell’agente di custodia, che avendo intuito quanto stava accadendo, ha estratto la pistola d'ordinanza e, dopo avere invano intimato l'alt, ha esploso in aria un colpo di pistola, a scopo intimidatorio. I banditi però non si sono fermati e montati rapidamente in sella ad uno scarabeo di colore scuro, sono riusciti ad allontanarsi lungo via Avellino in direzione di piazza Madre Teresa di Calcutta. L’assalto all’Ufficio Postale di Piazza Napoli, più volte preso di mira nel recente passato, si è consumato intorno alle 11,30 di questa mattina. I due malviventi vi hanno fatto irruzione travisati ed armati di pistole. Sotto la minaccia delle armi hanno costretto i dipendenti a consegnare loro tutti i soldi presenti in cassa. Guadagnata rapidamente l'uscita, i rapinatori sono quindi saliti in sella ad uno scooter Scarabeo riuscendo a dileguarsi nonostante il coraggioso tentativo dell’agente di custodia di sbarrare loro il passo. Le indagini sono affidate ai poliziotti della squadra mobile giunti sul posto insieme ai colleghi delle Volanti. Si è reso necessario anche l’intervento di un'ambulanza per soccorrere una donna colta da un lieve malore. Secondo le testimonianze raccolte dagli investigatori i malviventi, che erano vestiti di nero e calzavano scarpe da ginnastica, si sarebbero espressi in dialetto leccese. Utili all’identificazione degli autori della rapina potranno rivelarsi i filmati registrati dalle telecamere di sicurezza dell'ufficio postale, che saranno ora attentamente analizzati dalle forze dell’ordine. Quanto all’ammontare del bottino è ancora in fase di quantificazione. Per l’ufficio postale di piazza Napoli si tratta della seconda rapina nel giro di appena tre mesi. Il 7 settembre scorso l’autore del colpo, il 46enne leccese Luca Frisone, fu però individuato e arrestato dopo un’indagine lampo della polizia. 

I commenti sono chiusi