LECCE | TRAGEDIA AL FAZZI, UOMO SI LANCIA DAL QUARTO PIANO

Era ricoverato da una ventina di giorni nel reparto di Medicina del Vito Fazzi, il 66enne di Vernole che la notte scorsa si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto. La tragedia che ha scosso il nosocomio leccese si è consumata intorno alle 4. Il paziente ha lasciato la sua stanza e dopo aver raggiunto il ballatoio situato in fondo al corridoio si è gettato giù da un’altezza di almeno quindici metri. E’ stata un infermiera ad accorgersi che l’uomo non era più nel suo letto. Sembrava sparito nel nulla, poi quando il personale ha notato la finestra che dà sul pianerottolo esterno aperta è scattato l’allarme. E di lì a poco è stato scoperta la tragedia. Il 66enne di Vernole nel violento impatto con il suolo ha rimediato lesioni gravissime che non gli hanno lasciato scampo. L’uomo è morto praticamente sul colpo, come constatato dal personale del Pronto Soccorso. Il cadavere è stato trasferito nella camera mortuaria del Vito Fazzi, in attesa di un ispezione del medico legale. La magistratura, prontamente informata dell’accaduto, dovrà ora valutare se far scattare un'indagine per omissione di controllo.

Nessun commento ancora

Lascia un commento