Leuca | Cinque diportisti tratti in salvo

Cinque persone di nazionalità norvegese, che si trovavano a bordo di un’imbarcazione a vela alla deriva, sono state tratte in salvo la notte scorsa dalla Guardia Costiera. La difficile operazione di soccorso, coordinata dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Gallipoli, si è svolta a circa quattro miglia al largo del Capo di Leuca. Il veliero, di circa 15 metri, si è poi spiaggiato intorno alle 2 di notte sulla spiaggia di Torre Vado. L’imbarcazione, partita dalla Grecia, è rimasta in balia delle onde a causa della rottura del timone. Il guasto si è verificato al largo di Santa Maria di Leuca e l’equipaggio ha immediatamente lanciato l’allarme. L’unità in difficoltà, ormai in preda alle forti correnti, è stata prontamente raggiunta da una motovedetta della Guardia Costiera, partita dal porto di Leuca. Le difficili condizioni meteomarine, il mare era forza quattro, hanno creato non poche difficoltà all’operazione di soccorso. Dopo aver constatato che l’imbarcazione a vela era ormai ingovernabile, i militari hanno proceduto al trasbordo sulla motovedetta delle cinque persone presenti a bordo. I naufraghi, tutti norvegesi, sono stati condotti, sani e salvi, nel porto di Leuca. La barca a vela alla deriva, invece, è stata monitorata costantemente dalla Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Gallipoli grazie al sistema Ais, sistema automatico di rintracciamento navale, fino a quando, intorno alle 2 della notte scorsa, non si è poi spiaggiata in prossimità di Torre Vado, la marina di Morciano di Leuca. I militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Santa Maria di Leuca hanno effettuato sul posto tutte le verifiche del caso. Sono ora in corso ulteriori approfondimenti per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro

Nessun commento ancora

Lascia un commento