MARTINA FRANCA (TA) | RAPINATO SULLA LECCE-BRINDISI, PAURA PER UN DIPENDENTE

Il dipendente di una società di impianti di allarme è stato rapinato intorno alle 18 di ieri sera sulla Lecce-Brindisi, all’altezza di Trepuzzi. La vittima, un 47enne di Martina Franca, si trovava fermo in una piazzola di sosta quando all’improvviso sono giunti due individui con il volto incappucciato, uno dei quali armato di pistola. Il malcapitato è stato minacciato e immobilizzato. I malviventi gli hanno poi sottratto le chiavi dell’auto, un’Audi Q2 acquistata di recente e una busta contenente soldi, che l’uomo aveva appena incassato per conto della ditta per cui lavora. I due rapinatori, che pare avessero un accento albanese, si sono poi allontanati a bordo dell’Audi Q2 della vittima. A quel punto il 47enne è stato costretto a chiedere aiuto ai passanti, che hanno poi allertato le forze dell’ordine. La vettura rapinata, dotata di gps, è stata poi abbandonata dai banditi nelle campagne di Squinzano, nelle vicinanze della strada per Torchiarolo. Sull’accaduto indaga la squadra mobile della Questura di Lecce. Secondo gli investigatori è molto probabile che i due malviventi abbiano pedinato per diversi chilometri il rappresentante essendo a conoscenza della consistente cifra, appena incassata, che aveva con sé. E poi abbiano approfittato della sosta dell’uomo nella piazzola per entrare in azione.

I commenti sono chiusi