Nardò | Soldi per il funerale del figlio di sei anni, ma il bambino è vivo

Tenta di truffate il parroco raccontando che il figlio di sei anni era appena morto a causa di un brutto male al cervello e di non avere i soldi per un funerale dignitoso. La salma del piccolo, a detta della donna, si trova ancora presso la camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Il parroco della Chiesa Sacro Cuore di Nardò rassicura la donna e promette che al funerale del piccoletto ci penserà la parrocchia. Non solo. Alla messa della sera invita i fedeli ad effettuare una colletta. Alcune parrocchiane si attivano coinvolgendo anche l’amministrazione comunale. Pure il coro dei bambini aveva fatto le prove per l’ultimo saluto al piccolo. Tutto questo avviene sabato, il parroco fissa il rito funebre per lunedì pomeriggio. Alla donna stava andato tutto per il verso giusto fino a quando il marito, probabilmente ignaro del raggiro della moglie, si reca presso gli uffici del settore Servizi sociali, dove era stato convocato per alcuni chiarimenti in merito alla documentazione redatta per una pratica di assegni familiari, porta con sé anche il figlio di sei anni. Proprio quello che avrebbe dovuto essere "morto". Sono stati i servizi sociali e il parroco a smascherare la donna. Sulla vicenda sono intervenuti i carabinieri della stazione di Nardò insieme ai colleghi della compagnia di Gallipoli.

Nessun commento ancora

Lascia un commento