GALLIPOLI | Vasto incendio mette a rischi evacuazione l’ospedale

Ancora fiamme a Gallipoli. L’incendio si è sviluppato tra gli alberi di una pineta alla periferia della Città Bella sulla strada che conduce ad Alezio per un’estensione di circa 5 ettari. Il rogo e il fumo hanno costretto la chiusura al traffico per evitare disagi agli automobilisti e addirittura si è ipotizzata l’evacuazione di alcuni reparti dell’ospedale Sacro Cuore di Gesù situato nelle vicinanze. Le fiamme alte, alimentate dal vento di tramontana, hanno minacciato il nosocomio.  Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli insieme ai colleghi del comando di Lecce. Si è reso l’intervento dei Canadair per tenere a bada le fiamme. Si è trattato di un incendio di chioma, come si usa dire nel gergo dei vigili del fuoco. Ovvero, le fiamme hanno iniziato a muoversi tra le chiome degli alberi della pineta. Una delle modalità più pericolose di origine d’incendio e difficili da domare. Per l’ospedale si è temuto il peggio poco prima delle 16 e sul posto sono giunti il viceprefetto Guido Aprea e il direttore sanitario della Asl di Lecce Antonio Sanguedolce per controllare la situazione. L’allarme è rientrato poco dopo ma intanto era stato predisposto il piano di evacuazione della torre A, quella interessata dal fumo dove hanno sede i reparti di Cardiologia Utic, Pneumologia, Oncologia e Rianimazione. Sul posto anche gli agenti del commissariato locale, i carabinieri e la municipale.

I commenti sono chiusi