LECCE | Cerca di sottrarre bimba di 6 anni, lite nei pressi della stazione

Una violenta lite si è consumata nei pressi della stazione ferroviaria di Lecce, in via don Bosco, dove ha sede un minimarket gestito da extracomunitari. A far scatenare la rissa, che ha coinvolto una decina di persone, un cittadino nigeriano di 34 con permesso di soggiorno scaduto da un mese e già in fase di rinnovo. L’uomo, in preda ai fumi dell’alcol, avrebbe cercato di sottrarre una bambina di appena sei anni ad un tunisino senza nessun motivo. Ed è stato in questo momento che si è scatenato il pandemonio tra pugni, calci, il volo di bottiglie di vetro e anche i sellini delle biciclette. A sedare gli animi sono intervenuti in primis altri stranieri che sono poi scappati quando è giunta la polizia. La discussione si è conclusa in nottata negli uffici della questura con una denuncia per reati di lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e false attestazioni sull’identità personale nei confronti nel nigeriano.

I commenti sono chiusi