PUGLIA | Dice di trovarsi a Rimini ma il cellulare aggancia la Puglia, si cerca 16enne

Ha chiamato sua madre dicendo di essere a Rimini ma la cella agganciata dal suo telefonino la dava già in Puglia: è giallo sulla scomparsa di una sedicenne del modenese. Nata in Italia, da famiglia musulmana, si era allontanata da casa lo scorso mercoledì 9 agosto, assicurando che sarebbe rientrata nelle ore successive ma non è più accaduto. I contorni della vicenda non sono noti né è dato sapere quale sia l’esatta località del Tacco coinvolta ma il timore dei genitori è che la ragazza, seguita dal servizio neuropsichiatria dell’Emilia Romagna, sia stata in qualche modo circuita da alcuni cittadini magrebini, conosciuti a Riccione, dove la ragazza era stata in passato. Durante l’ultima conversazione, infatti, la giovane aveva riferito proprio di trovarsi in un hotel abbandonato nelle zone limitrofe, poi – però – il controllo sul numero di cellulare in uso, ha portato gli agenti allo spostamento delle indagini in territorio pugliese. A complicare il quadro, anche un sms ricevuto dalla madre della 16enne, nel quale si raccontava difesa della donna ad opera del ragazzo con il quale era scappata e comunque di un ritorno imminente della stessa. Le ricerche – invece - sono ancora aperte, al lavoro gli uomini della polizia di stato.

I commenti sono chiusi