SALENTO | MALTEMPO, SI REGISTRANO I DANNI

L’ondata di maltempo che sta interessando in queste ore l’Italia, non ha risparmiato il Salento. La pioggia, caduta in maniera abbondante, a partire dal primo pomeriggio di ieri, e le forti raffiche di vento hanno provocato disagi un po’ in tutta la provincia. Tantissime le chiamate giunte ai Vigili del Fuoco, al lavoro per l'intera nottata su tutto il territorio provinciale. La pioggia torrenziale ha provocato allagamenti, numerosi anche gli interventi per la rimozione di alberi, pali della pubblica illuminazione e cartelloni stradali e pubblicitari caduti al suolo, a causa del vento che ha soffiato con forte intensità. A Caprarica ha ceduto un muro. Fortunatamente non si sono registrati feriti. A Lecce due auto sono state distrutte dalla caduta di un albero in via San Giovanni Vianney, nei pressi di piazza Partigiani. Un episodio analogo si è verificato a Tricase dove un albero ha distrutto un auto in via Rattazzi. A Ugento è invece venuto giù un palo della luce. Sempre nel Sud Salento i vigili del fuoco sono intervenuti a Leuca, nei pressi di un camping, per rimuovere un palo caduto di traverso lungo la strada, mentre a Salve si è registrato un cortocircuito lungo la rete elettrica che ha limitato per qualche ora la fornitura di energia ad alcune abitazioni. A Caprarica di Lecce, alle prime luci dell’alba, in via Martano, è crollato in parte il muro di un’abitazione privata. A cedere è stato il muro perimetrale del giardino di un’abitazione adiacente al palazzo baronale. I grossi massi finiti sulla sede stradale hanno danneggiato soltanto un’auto. La strada, resa impraticabile dal cedimento del muro, è stata chiusa al traffico in attesa di essere liberata dalla grosse pietre. Sul posto sono giunti gli agenti della Polizia municipale per mettere in sicurezza la zona. Nelle prossime ore si prevede un peggioramento delle condizioni meteo, con temperature destinate a calare ulteriormente e ancora altre intense precipitazioni. Sul Salento non sono invece previste nevicate. Miglioramenti sono previsti a partire da giovedì, quando la colonnina di mercurio tornerà ad alzarsi ritornando ai livelli medi del periodo.

Nessun commento ancora

Lascia un commento