SCORRANO (LE) | DROGA, ARMI ED ESPLOSIVI IN UN BOX: INDAGINI IN CORSO

Un vero e proprio arsenale è stato scovato dai carabinieri all’interno di un garage di Scorrano, trasformato in un deposito di armi ed esplosivi. L’immobile è di proprietà di un uomo che vive all’estero, che sembra estraneo ai fatti. E’ stato proprio lui, infatti, a far avere le chiavi del garage ad un operaio che doveva effettuare dei lavori. Quest’ultimo, arrivato sul posto, ha notato la serratura forzata e una volta all’interno ha constatato la presenza non solo di armi e munizioni, ma anche di sostanze stupefacenti. I carabinieri, immediatamente allertati, hanno proceduto ad una ispezione che ha portato al rinvenimento e al sequestro di una pistola con matricola abrasa, una pistola scacciacani, risultata modificata, vari ordigni artigianali, circa una sessantina di petardi di grosse dimensioni confezionati artigianalmente e circa 200 munizioni di vario calibro. I militari hanno inoltre trovato anche mezzo chilo di marijuana e due bilancini di precisione. Le armi, che erano nascoste all’interno di alcuni scatoloni, saranno ora sottoposte a specifici accertamenti, per verificare un loro eventuale utilizzo negli ultimi tempi. Proprio a Scorrano, di recente, si sono registrati due attentati dinamitardi. Lo scorso mese di ottobre un ordigno rudimentale fatto esplodere per strada danneggiò la vettura di una donna. Più di recente un altro ordigno è stato piazzato sul parabrezza di una Fiat Panda, di proprietà di un’altra donna, parcheggiata in via Martiri d’Otranto e l’esplosione ha mandato in frantumi il parabrezza. Le indagini puntano inoltre a risalire all’identità di chi ha utilizzato quel garage come deposito di armi e stupefacenti.

I commenti sono chiusi