Sogliano Cavour | Nella trappola dei Cc, arrestati in due per estorsione

Due giovani estorsori di Sogliano Cavour sono caduti nella trappola architettata dai carabinieri d’intesa con la vittima. Si tratta di un 30enne e di un 20enne, entrambi incensurati, fermati nel pomeriggio di ieri subito dopo essersi fatti consegnare la somma pretesa, 400 euro. Ad incastrarli sono stati i carabinieri di Cutrofiano e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli. Fondamentale si è rivelata la denuncia della vittima, recatasi qualche giorno addietro in caserma per denunciare l’estorsione subita. Gli investigatori avevano quindi suggerito all’uomo di far finta di cedere alle richieste estorsive, in maniera tale da poter tendere un tranello ai due estorsori. La vittima aveva quindi contattato i due estorsori e concordato con loro che la consegna del danaro sarebbe avvenuta nel pomeriggio di ieri, all’interno della sua abitazione. I carabinieri si sono così recati in casa dell’uomo con largo anticipo e preparato il piano che ha consentito di incastrare gli autori dell’estorsione. Gli uomini dell’Arma, nascosti dietro ad un armadio, hanno ripreso la scena della consegna del denaro e registrato l’audio. I due estorsori, fermati pochi istanti dopo lo scambio di denaro, avvenuto intorno alle 19, sono stati trovati in possesso delle banconote fotocopiate in precedenza. Identificati per due soglianesi, di 20 e 30 anni, entrambi incensurati, sono stati arrestati in flagranza di reato e poi sottoposti anche a una perquisizione domiciliare. In casa di uno dei due, i militari hanno rinvenuto oltre 50 grammi di marijuana e pertanto è stato denunciato anche per detenzione di droga finalizzata allo spaccio. In casa del secondo, sono stati trovati altri 3 grammi della stessa sostanza; in considerazione della modica quantità se l’è cavata con una semplice segnalazione agli uffici della prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento