Virtus Francavilla, questione stadio: ok al progetto di restyling

Consegnati i progetti definitivi per il restyling dello stadio Giovanni Paolo II di Francavilla. Lunedì l’approvazione del consiglio. Impianto pronto per la stagione 2018 – 2019.

Una vittoria di tutti per il sindaco Maurizio Bruno. Un sollievo, parziale, per il presidente Antonio Magrì. Con la consegna dei progetti definitivi per campo e illuminazione, il restyling del Giovanni Paolo II viene messo nero su bianco, previa approvazione, il prossimo lunedì, dell’intero iter da parte del consiglio Comunale e, quindi, l’ok alla variazione di bilancio da 750 mila euro.
Si tratta di un’importante e fondamentale step che precede l’avvio dei lavori di adeguamento dello stadio francavillese, il cui destino, come detto più volte dallo stesso numero uno biancazzurro, è strettamente legato al futuro del progetto Virtus. L’anno prossimo, si sà, si giocherà al Fanuzzi di Brindisi. Ma è fondamentale che i lavori al Giovanni Paolo II procedano spediti in vista delle prossime stagioni. Nelle prossime ore, i progetti di adeguamento saranno inviati, come da prassi, a Coni, Lega Pro e Vigili del Fuoco per i relativi pareri. Poi, si darà il via al bando per l’assegnazione dei lavori, secondo l’iter stabilito dalla stazione unica appaltante. Il cantiere, laddove tutto andasse per il verso giusto, sarebbe aperto a novembre e chiudere, quindi, in tempo per l’iscrizione della squadra al campionato 2018 – 2019, quando la Virtus tornerà a giocare tra le mura amiche.
Festeggia il primo cittadino Bruno: “quella di oggi – ha dichiarato il sindaco – è una vittoria di tutti. Anche di chi ha remato contro”.

I commenti sono chiusi