TAURISANO (LE) | CONDANNATO PER VIOLENZA SESSUALE SU DISABILE

Un uomo di Taurisano, Ennio Rizzello di 58 anni, è stato condannato in primo grado a otto anni di reclusione per violenza sessuale aggravata dal deficit cognitivo della vittima. Il 58enne era finito sotto processo con l’accusa aver avuto rapporti sessuali con un ragazzo di 16 anni affetto da problemi psichici. La sentenza di condanna, pronunciata dai giudici della prima sezione penale (presidente Gabriele Perna, a latere Maddalena Torelli e Silvia Minerva) ed ha previsto anche una provvisionale di 60mila euro per il ragazzo e di 20mila euro per il padre e per la madre. Erano stato i genitori della vittima a presentare la denuncia che ha dato il via alle indagini e che portarono poi all’arresto di Rizzello a settembre dello scorso anno. Rizzello, secondo l’accusa, in una circostanza avrebbe fatto uso di un coltello per costringere il ragazzo ad avere rapporti sessuali. Il difensore ha sostenuto che non ci fosse prova dell’uso del coltello, perché su quell’arma il ragazzo sarebbe caduto diverse volte in contraddizione. Inoltre non avrebbe ricordato i caratteristici tatuaggi dell’imputato. Infine la difesa ha sottolineato la tempistica non immediata della denuncia giunta due mesi dopo la fine della frequentazione.Questioni che saranno riproposte nel processo d’Appello appena saranno rese note le motivazioni della condanna.

I commenti sono chiusi