TRICASE | ORDIGNO PER UN FABBRO E FIAMME IN UNO STUDIO LEGALE

Si continuano a registrare atti intimidatori nel Salento, una scia di episodi che non accenna ad arrestarsi. Nella notte altri due fatti sono accaduti questa volta a Tricase. Ignoti hanno preso di mira un fabbro incensurato e un noto avvocato. Nel primo episodio, poco prima delle tre, ignoti hanno piazzato e fatto esplodere una bomba carta rudimentale. Il boato ha svegliato il 66enne che vive insieme alla moglie e ai due figli. Danneggiato il portone di ingresso dell’abitazione, demolito parte un muretto della recinzione e colpito due autovetture, entrambe di proprietà della famiglia. Per avviare le indagini sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase. I militari stanno indagando non solo sull’attività del 66enne ma anche sugli ambienti frequentati dai figli. Dopo circa 10 minuti un incendio si è sviluppato nei pressi dello studio legale dell’avvocato Gennaro Ingletti, 74enne del luogo. L’atto intimidatorio potrebbe riguardare però il figlio di Ingletti che svolge il suo stesso mestiere. Sul luogo, per domare l’incendio, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento locale. Al vaglio degli inquirenti le telecamere di sorveglianza installate nelle due zone prese di mira dai malviventi

I commenti sono chiusi