fbpx

Messaggi recenti: Matteo Bottazzo

Lecce | Dior sceglie Piazza Duomo per la sua sfilata

Lecce - Dior sceglie Lecce per presentare la sua nuova collezione primavera- estate. L'alta moda il 9 maggio sfilerà nella città barocca. A dare l'annuncio è stato il sindaco Carlo Salvemini che già da tempo stava lavorando silenziosamente per questo prestigioso evento."Christian Dior, celebre società dell'alta moda - ha scritto il primo cittadino su Facebook - ha scelto Lecce e la Puglia per la presentazione della nuova collezione di primavera. Una scelta fortemente voluta da Maria Grazia Chiuri, direttrice creativa della maison, e Pietro Beccari, presidente e ceo di Dior, che ringrazio per questa straordinaria opportunità data alla nostra città e alla regione tutta". Maria Grazia Chiuri è di origini salentine, i suoi genitori sono di Tricase. Il luogo scelto per allestire la passerella è piazza Duomo, le modelle sfileranno con lo sfondo della meravigliosa cattedrale. Sono in corso diversi incontri per verificare la fattibilità della scelta. Si tratta della presentazione della collezione cruise. Un appuntamento organizzato ormai da tutti i marchi di lusso qualche mese prima della presentazione delle collezioni principali di pret à porter: "Nel mese di maggio i riflettori della moda internazionale saranno accesi quindi su Lecce - continua Salvemini - una novità assoluta che equivale ad una promozione a livello mondiale della nostra città. Basti pensare che negli ultimi anni le sfilate di primavera hanno visto Dior a Marrakech e Los Angeles. Lavoreremo nei prossimi mesi al fianco di Dior, Curia e Prefettura per garantire il pieno successo di questo straordinario appuntamento". Una bella vetrina di livello mondiale che permetterà alla città barocca di allargare ulteriormente i suoi confini, farsi conoscere e diventare ancora di più meta ambita, anche per questo tipo di eventi, che possono rappresentare una grande opportuità di destagionalizzazione.

 

Lecce | TAP al via i lavori davanti a San Foca

San Foca (LE) - A partire da oggi e fino al prossimo tre marzo verranno eseguite “le attività correlate e inclusive dell’installazione della condotta sottomarina con l’ausilio della Castoro sei (nave posatubi semisommergibile della Saipem, che nel corso della scorsa settimana è arrivata nel porto di Brindisi) e di rimorchiatori, navi trasporta tubi e navi adibite al trasporto di materiale di progetto”. È quanto si legge in una ordinanza – la numero 4 dello scorso 17 gennaio – emanata dalla guardia costiera di Otranto in cui si rendono noti anche i divieti dinanzi alla costa di San Foca, a Melendugno in provincia di Lecce dove approderà il gasdotto Tap che porterà gas azero in Europa. Nelle prossime settimane sarà vietato intralciare in qualunque modo le attività delle unità impegnate nel progetto, navigare, ancorare e sostare con qualsiasi unità nautica, praticare balneazione, effettuare attività di pesca e svolgere attività di immersione.  Una situazione che preoccupa non poco tutti coloro che in quel tratto di costa si riversano per trascorrere una giornata al mare, se si pensa che già dal mese di aprile proprio quel tratto è affollato di persone a caccia della prima tintarella.

Oramai il tubo si farà è solo questione di tempo. Il territorio e i manifestanti hanno persona una battaglia condotta da anni.

Brindisi | Arriva la nave posa tubi di TAP

BRINDISI - Arriverà nel corso della giornata la nave che ha a bordo tutta l'attrezzatura per realizzare il gasdotto TAP, che nel corso dei prossimi giorni inizierà la sua costruzione partendo dalle coste italiane per raggiungere quelle albanesi. Un'attività che inevitabilmente farà discutere tutti i manifestanti che da anni lottano contro la realizzazione dell'opera.

Fasano (BR) | Non ce l’ha fatta il guerriero. Addio Giovanni Custodero

Il calciatore guerriero Giovanni Custodero, ha deposto le armi. Il 27enne fasanese, che da tre anni lottava contro il cancro non c’è più. E’ morto questa mattina. Un'epilogo purtroppo prevedibile, dopo la sua personale e coraggiosa scelta di preparasi alla fine con la volontà manifestata di far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su quello che il destino aveva in serbo per lui, scegliendo autonomamente di sedarsi e andare verso un irreversibile coma farmacologico. Quella battaglia combattuta con grande dignità adesso è finita il guerriero ha perso ma il messaggio di lotta e forza d’animo non hanno eguali.

La sua storia, le sue opere di beneficenza, le magliette con l’elmo di Leonida diventate il simbolo della battaglia, al fine di raccogliere fondi per le sue cure, tutti gli attestati di stima e le azioni di solidarietà mosse dalle società sportive del territorio pugliese e non solo, hanno fatto di questo ragazzo, che era un semplice giovane pugliese di 27 anni, che come tanti aveva la passione per il calcio, un simbolo per chi come lui ogni giorno lotta contro una malattia.

Un messaggio di speranza e di forza d’animo che deve essere da esempio per tutti coloro che vivono una situazione analoga e per le famiglie di queste persone. Oggi questo ragazzo ha lasciato il campo, della vita, come non avrebbe mai voluto fare sul rettangolo di gioco, ma il suo messaggio e il suo vigore, rappresentano qualcosa che rimarrà nella mente di tutti più di qualunque giocata. Grazie Giovanni per la forza e l’esempio che hai donato a tutti.

Cavallino (Le) | Caos e polemiche per le primarie PD

Le Primarie del Partito Democratico che si celebreranno nella giornata di domenica in tutta la nostra regione, non finiscono di far discutere all'interno dei circoli dem, dove le diverse anime del partito si scontrano, come sta accadendo a Cavallino dove in questo momento a dominare la scena è la polemica interna che riguarda l'organizzazione e…
Leggi tutto

Lecce | Si è spento Millelire, il Re della movida salentina

La gente della notte salentina e non solo, questa mattina si è svegliata con una brutta notizia. Si è spento all' età di 75 anni Franco Santoro, conosciuto da tutti in città come "Millelire". Un personaggio noto da decenni a chiunque ha frequentato, più o meno assiduamente, le discoteche nella provincia di Lecce. Uno dei personaggi…
Leggi tutto

LECCE | Consegnate le chiavi del nuovo DEA

E' arrivato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per assistere alla consegna delle chiavi del nuovo DEA di Lecce.

Sono terminati i lavori, adesso si dovranno riempire i reparti, installare i macchinari, cablare tutta la zona e procedere a tutti i test di funzionamento prima di permettere ai salentini di accedere all'interno del nuovo DEA. Il Governatore Michele Emiliano e il Direttore dell'ASL di Lecce il Dott. Rodolfo Rollo non parlano di date ai nostri microfoni.

Recenti commenti Matteo Bottazzo

Nessun commento da parte Matteo Bottazzo ancora.