fbpx

Archivi categoria : Cronaca

Nardò | Perdono il controllo dello scooter e sfondano una vetrata

Ha rischiato la vita stando semplicemente seduto all’interno dello studio di un professionista agronomo e noto politico in piazza Salandra a Nardò. Due ragazzini, in sella ad uno scooter, dopo aver perso il controllo del mezzo (per cause ancora tutte da accertare) sono andati a finire contro la vetrata del locale, sfondandola, e finendo su di un 40enne che in quel momento si trovava casualmente nello studio. I vetri volanti dal portone hanno provocato alcune ferite al volto e alla testa del malcapitato. Per i due ragazzi solo lievi ferite e tanto spavento. Sul posto sono giunti gli agenti della polizia locale, i carabinieri e un’ambulanza del 118 che ha trasportato i feriti all’ospedale di Copertino.

 

Taranto | Forte impatto sulla salina, feriti gravi

Un’auto capovolta e l’altra nel fossato, diversi i feriti gravi. È il primo bilancio di un grave incidente stradale verificatosi sulla strada Salina grande a Taranto. Sul posto per i soccorsi il 118 e i vigili del fuoco. I carabinieri hanno eseguito i rilievi e avviato le indagini. Ancora poco chiara è la causa del…
Leggi tutto

Lecce | Fuoco al pub in pieno giorno, caccia al malvivente

Indagini sono in corso da parte della polizia per identificare la persona che oggi, in pieno giorno, davanti ad alcuni passanti, ha appiccato il fuoco in più punti alle strutture di un pub, in quel momento chiuso, per poi fuggire. E' accaduto poco dopo le 11.00. Bersaglio del malfattore, il pub, Molly Malone, che si…
Leggi tutto

12 rapine in 4 mesi: 2 arresti – Il video dei “colpi”

Rapine, ben 12, tre le province di Brindisi e Taranto in soli 4 mesi. All’alba di questa mattina, tra Oria e Brindisi, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Brindisi e della Compagnia di Francavilla Fontana, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Brindisi,…
Leggi tutto

Trepuzzi-Squinzano | Auto in fiamme, incendio doloso. Assalto al bancomat della BPP

Ancora un’auto in fiamme. L’incendio questa volta si è sviluppato un quarto d’ora dopo la mezzanotte in via Giovanni Verga a Trepuzzi all’interno del giardino di una palazzina. La matrice del rogo è dolosa, a confermarla il rinvenimento di una bottiglietta in plastica intrisa di liquido infiammabile. Il mezzo, una hyundai atos, risulta intestato ad una donna di 20 anni di origine rumena. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce.

Tre ore più tardi a Casalabate, marina di Squinzano, nuovo assalto bancomat. Di mira lo sportello della banca popolare pugliese. Malviventi, utilizzato la solita tecnica della marmotta, ovvero, iniezione una polvere esplodente nelle fessure del bancomat, hanno sradicato il forziere. Immediato l’allarme alla centrale operativa dell’istituto di vigilanza La Folgore ma quando la pattuglia è giunta sul posto il banditi erano già fuggiti via con alcune banconote. Al vaglio degli inquirenti le immagini del sistema di video sorveglianza di cui è dotato lo sportello.

In entrambi i casi sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina.

Lecce | Due rapina in 24 ore, arrestati i presunti autori

È durata 24 ore la fuga del rapinatore che ha agito lungo viale gallipoli sorprendendo un uomo di 32 anni di sorpresa e dopo avergli sferrato un pugno al voglio è fuggito via sottraendo alla vittima il telefono cellulare. Grazie alle accurate perlustrazioni nella zona e alla descrizione fornita dalla vittima è stato individuato il presunto autore della rapina. L’identificazione è stata confermata con un riconoscimento fotografico da parte della vittima. In arresto, sempre per rapina, è invece finito Kelecni Onyeme, 19enne nigeriano. Il giovane è accusato di aver rubato una bicicletta ad un 75enne che l’aveva lasciata incustodita per pochi minuti, giusto il tempo di ritirare un medicinale in farmacia. Ma quei pochi minuti sono stati utili al nigeriano per fuggire con la bici. La vittima è riuscita a raggiungere il ladruncolo recuperando la bicicletta. Per ricostruire la dinamica dei fatti gli inquirenti si sono avvalsi delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza. Il 19enne è stato arrestato, su ordine del pubblico ministero di turno, Maria Vallefuoco.