fbpx

Francavilla F.na (BR) | “Nostro padre salvo grazie ai medici”: un caso di buona sanità

Un caso di buona sanità, ma anche di grande umanità e rispetto, ci viene segnalato da un nostro lettore di Francavilla Fontana, pronto a ringraziare i professionisti che si sono presi e si stanno prendendo cura di suo padre. Di seguito, la lettera firmata dalla famiglia Sardiello.

"È il 16 Settembre, un malore improvviso coglie nostro padre. La chiamata al 118, i rapidi interventi del personale, il trasporto d’urgenza al Camberlingo; il pronto soccorso ipotizza un infarto, la solerzia la competenza l’esperienza del dottor Rinaldo Giaccari e dello staff infermieristico e sanitario in servizio presso il reparto Cardiologia di Francavilla Fontana e la collaborazione del dottor Matteo Falcione, in servizio presso la Radiologia, permettono di individuare una dissecazione aortica difficilissima da diagnosticare perché non mostra chiari sintomi".

"Da quell’istante scatta l’emergenza, il trasferimento presso la Clinica Villa Verde di Taranto, l’intervento di notte – dalle 22.00 della sera alle 05.30 del mattino successivo – infine le parole del medico: «Il paziente è riuscito a superare il delicatissimo intervento». Le mani del cardiochirurgo sono quelle del dottor Vito Antonio Fanelli, un’eccellenza. L’equipe tutta si dimostra eccezionale… I dottori Dario Polimeno e Francesco Morgese costantemente aggiornano la nostra famiglia su tutti i momenti della degenza presso la terapia intensiva della struttura, con competenza ed altissimo senso di umanità".

"Undici giorni di coma farmacologico, la paura anche di danni cerebrali. Poi la luce, gli occhi si aprono, papà inizia a riconoscere i parenti con una videochiamata perché ad oggi non si può pretendere altro… La ripresa sarà ancora lunga, ci saranno ancora ostacoli. Ma nel frattempo, noi tutti in coro vogliamo dire grazie a questi “angeli” a nome della famiglia Sardiello”.

Nessun commento ancora

Lascia un commento