fbpx

Nuoto, Pilato in finale a Riccione: si gioca le Olimpiadi

Un minuto, dieci secondi e quattordici centesimi nei cento metri rana: Benedetta Pilato chiude così la seconda batteria di qualificazione a Riccione ai campionati italiani assoluti. Basta per garantirsi la finale, che andrà in scena pomeriggio, a partire dalle 17. Ma in palio non c'è solo il titolo italiano, quanto il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Due pass per tre grandi favorite: Benny, Castiglioni e Carraro. Il tempo limite per andare in Giappone nella prossima estate è di 1 minuto, 6 secondi e 40 centesimi. Ancora distante, quindi, per l'atleta tarantina, fresca vincitrice nei 50 rana a Glasgow agli europei in vasca corta. Per lei è questa la grande occasione di partecipare alle Olimpiadi, considerando che i 50 metri rana, dove è diventata una stella mondiale, non è disciplina olimpica. Accede alla finale con l'ottavo tempo e nel pomeriggio sarà tutta un'altra storia. Altrimenti potrà esserci un appello poi a marzo, ancora a Riccione. Vito D'Onghia, allenatore di Benedetta da sempre commenta: "Si poteva fare di più, non mi è piaciuta la poca aggressività, non dobbiamo passare i 50 a quasi 33 secondi. Ma l'Olimpiade non è un'ossessione, non ci pensiamo e non vogliamo affrettare i tempi".
Giuseppe Andriani

Nessun commento ancora

Lascia un commento