fbpx

Serie A | Roma – Lecce 4-0. Goleada dei capitolini.

Troppa Roma per un Lecce veramente povero di idee e privo di ricambi all’altezza della sistuazione.

Liverani in piena emergenza offensiva si presenta all’Olimpico con il tridente inedito composto da Mancosu, Barak e Lapadula, mentre in mediana si rivede dal primo minuti Jacopo Petriccione. Nella Roma invece Fonseca punta su Under, Pellegrini, Mkhitaryan alle spalle di Dzeko. Proprio il centravanti bosniaco è il primo a rendersi pericoloso al 9’ che servito da Pellegrini si fa contenere da un ottimo Rossettini,  che però quattro minuti più tardi non può fare nulla sulla sanguinosa palla persa da Petriccione a centrocampo, la sfera arriva sui piedi di Under che dal limite supera Vigorito. La Roma dopo il gol abbassa leggermente il suo baricentro e i salentini iniziano a prendere campo,  ma rendersi pericolosi sono sempre i capitolini con il tentativo dalla distanza di Dzeko. Al 34’ il Lecce per la prima volta si rende pericoloso con una conclusione ravvicinata di Majer neutralizzata dal provvidenziale intervento di Smalling. Al 37’ però la Roma raddoppia con Dzeko che si inventa un assist eccezionale per l’arrembante Mkhitaryan che con il mancino fulmina sotto le gambe Vigorito in uscita. La ripresa si conclude senza ulteriori emozioni con il Lecce che prova a spingere ma la Roma si difende con ordine. Nella ripresa in campo non si vede più Petriccione al suo posto c’è Shakhov, il Lecce prova a giocare senza però mai rendersi pericoloso dalle parti di Pau Lopez, fino al 67’ quando su una palla sporca Mancosu non trova lo specchio della porta da due passi spedendo la sfera largo. Due minuti più tardi però Dzeko chiude la partita con uno dei più facili dei tap in, ma per esultare ha dovuto attenere l’ok del VAR che ha convalidato il gol. Il Lecce si fa vedere dalle parti di Lopez con una bella conclusione al volo di Lapadula che però si infrange sul palo. A dieci minuti dalla fine la Roma cala il poker con Kolarov che al termine di una bella azione con il mancino trafigge un incolpevole Vigorito.

Finisce 4-0 con il Lecce che sembra essere tornato quello di dicembre, ma davanti forse c’era una Roma in grande spolvero.

Nessun commento ancora

Lascia un commento