fbpx

Tag Archives : Maglie

Lecce ecco le maglie e la nuova campagna abbonamenti

LECCE - Sono stati presentati i prezzi della nuova campagna abbonamenti per la prossima stagione in Serie A del Lecce. Contestualmente sono state svelate anche le nuove divise da gioco che verranno indossate da Mancosu e compagni.

Maglie (LE) | Agguato nella notte, freddato 28enne con un colpo di pistola

Freddato con un solo colpo di pistola, esploso al culmine di una lite, mentre mangiava un panino.

È accaduto a Maglie, in via Don Luigi Sturzo, nei pressi di un camioncino fast-food. La vittima si chiamava Mattia Capocelli, 28enne, volto già noto alle forze dell'ordine, il proiettile esploso quasi a bruciapelo ha raggiunto il collo. Subito dopo lo sparo l'assassino è fuggito in sella ad una Ducati e anche le persone che erano con lui hanno fatto perdere le proprie tracce, chi ha premuto il grilletto si è poi consegnato in caserma insieme al suu legale. Gli amici di Capocelli sono stati i primi a soccorrerlo e ad accompagnarlo all'ospedale di Scorrano.

A lanciare l'allarme ai carabinieri all'una e 59 minuti della notte la dottoressa di turno presso il pronto soccorso. Per oltre un'ora i medici hanno tentato in tutti i modi di salvare la vita del giovane, il colpo d'arma da fuoco aveva lesionato un organo vitale e alle 3.15 il cuore di Capocelli ha cessato di battere.

Sul posto dell'agguato sono giunti i carabinieri del Norm della compagnia di Maglie, guidati dal capitano Giorgio Antonielli, il comandante provinciale dei carabinieri Giampaolo Zanchi, il procuratore aggiunto Guglielmo Cataldi ed il sostituto Maria Consolata Moschettini. La zona è circondata da telecamere di videosorveglianza, sia quelle installate sul furgoncino ambulante dei panini che quelle delle due scuole vicine.

Dopo una breve latitanza, l'assassino di Capocelli si è consegnato spontaneamente insieme al suo legale, l'avvocato Dimitry Conte. Si tratta di Simone Paiano, 25enne con precedenti penali, uscito dal carcere pochi giorni fa. Ha ammesso di aver agito ma soltanto per legittima difesa, sostenendo di essere stato vittima di un agguato. I militari ora stanno ultimando le indagini nel tentativo di individuare le persone che hanno assistito alla lite per ricostruire la dinamica dei fatti e comprendere il movente che ha portato Paiano ad estrarre la pistola, una calibro 6.35, a puntarla al volto di Capocelli e premere il grilletto, l’ogiva poi lo ha raggiunto alla gola. La salma del 28enne è stata trasferita presso la camera mortuaria dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce dove nelle prossime ore verrà eseguita l'autopsia. Paiano, dopo la deposizione in caserma, è stato accompagnato presso il carcere Borgo San Nicola.