fbpx

Vicenza | Il Colonnello dei Carabinieri Giuseppe De Magistris è Direttore del Centro di Eccellenza per la Polizia di Stabilità della NATO

 

Vicenza, cambio al vertice del Centro di Eccellenza per la Polizia di Stabilità della NATO, strumento dell’Alleanza Atlantica per il ripristino e il mantenimento della Pace nelle aree di crisi.
Nella giornata di ieri, 18 ottobre 2019, il Colonnello dei Carabinieri Giuseppe DE MAGISTRIS ha assunto l’incarico di Direttore del Centro di Eccellenza per la Polizia di Stabilità della NATO, cedutogli dal Colonnello Andrea PARIS, il quale, dopo aver retto l’incarico per oltre 4 anni, ovvero dalla fondazione di questo strumento dell’Allenza Atlantica per il ripristino e il mantenimento della Pace nelle aree di crisi, va ora a Roma a ricoprire l’incarico di Vice Capo del II Reparto “impiego operativo delle forze” presso il Comando Generale dell’Arma dei Caabinieri. Questa struttura internazionale “a framework” italiana è oggi integrata perfettamente in quello che è divenuto un vero e proprio hub mondiale della “polizia di stabilità” all’interno della storica caserma dei Carabinieri intitolata al Generale CHINOTTO in Vicenza, già sede della Scuola Sottufficali Carabinieri, che ora ospita sia il CoESPU, ovvero il Centro di Eccellenza per le Unità di Polizia di Stabilità (https://www.coespu.org/), sia il Quartier Generale della Forza di Gendarmeria Europea (EUROGENDFOR – EGF: https://eurogendfor.org/).
Il “NATO STABILITY POLICING CENTRE OF EXCELLENCE” (NATO SP CoE) mette a disposizione dell’Alleanza Atlantica le professionalità dei suoi componenti (l’Arma dei Carabinieri, ma anche personale dell’Esercito, della Marina Militare e dell’Aeronautica, per l’Italia, le Gendarmerie di Francia, Turchia e Romania, la Guardia Civil per la Spagna e la Marechaussée per l’Olanda, nonchè la Polizia Militare per Repubblica Ceca, Grecia e Polonia) per assistere la NATO nella stesura, sviluppo, sperimentazione e validazione di nuovi concetti dottrinali e procedure di lavoro, per ottimizzare l’interoperabilità di differenti organizzazioni e migliorare la formazione di comparto delle forze di polizia a statuto militare e delle polizie militari dei Paesi che fanno parte della stessa NATO.
Il NATO SP CoE, operativo a partire dal 9 aprile 2015, è principalmente dedicato allo sviluppo dottrinale del delicato processo di trasformazione della NATO nel settore strategico della Polizia di Stabilità, ovvero in quel complesso di attività che vedono impegnate le forze di polizia nel garantire lo stato di diritto e la protezione dei diritti umani nelle operazioni di Pace e nel contribuire al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica. Attività queste in cui l’Arma dei Carabinieri vanta una vasta, pluriennale e diversificata esperienza che mette a disposizione della comunità internazionale per il ripristino e il mantenimento della Pace nelle aree di crisi. Proprio per tale motivo, l’Istituzione si è proposta e ha ottenuto la leadership di questo progetto che mira a sviluppare uno dei settori attualmente maggiormente emergenti dell’Alleanza Atlantica, proiettato com’è a pacificare nel più breve tempo possibile i Paesi destabilizzati.

Nessun commento ancora

Lascia un commento